Studio Conti - Odontoiatria Infantile e dell'Adulto

plus

Igiene e prevenzione della carie in gravidanza Bocca "in ordine" per preservare la salute dentale del nascituro › leggi tutto

Durante la gestazione cambiano infatti, sia la quantità che la composizione della saliva prodotta, nonché le abitudini alimentari, contribuendo ad una maggior formazione di placca e tartaro con aumento del rischio di carie dentale e gengivite. C’è poi da tenere in debito conto la minore risposta immunitaria di una donna in stato interessante, che rende più probabile l’insorgenza di patologie infiammatorie. Esistono inoltre prove scientifiche che evidenziano un possibile legame tra malattie gengivali della madre e rischio di nascite premature e sottopeso del bimbo. Non fasciatevi la testa e non drammatizzate la situazione: semplici ma costanti misure di prevenzione possono aiutarvi a mantenere sani i vostri denti e le vostre gengive anche durante la gravidanza.
Programmare delle sedute con il proprio dentista di fiducia permetterà alle future mamme di tenere sotto controllo la propria salute orale, di essere correttamente informate e di ricevere i primi preziosi consigli: dalla fluoro profilassi al tipo di tettarella da utilizzare nel caso non fosse possibile l’allattamento al seno, dal tipo di succhiotto da scegliere per non alterare la corretta crescita di bocca e denti, alle "cattive abitudini" da evitare fin dai primi mesi (vi dice nulla il succhiotto intinto nel miele...?!). Con queste informazioni date alla mamma sarà possibile iniziare a fare prevenzione sul bambino che deve ancora nascere.
Qualora intervengano fattori tali da rendere improcrastinabile sottoporsi a radiografie o anestesie, anche in questo caso tranquillizzatevi!
Il progresso in campo farmacologico e attrezzature mediche d'avanguardia permetteranno di sottoporsi a queste terapie senza la preoccupazione di arrecare alcun danno al feto. Ovviamente il periodo più indicato per andare dal dentista in gravidanza è il secondo trimestre. Infatti, il primo trimestre è particolarmente delicato, poiché in questo periodo avviene lo sviluppo fetale, e particolari precauzioni andranno prese durante l’ultimo trimestre di gravidanza per evitare il rischio di sforzi eccessivi, come per esempio rimanere a lungo sdraiate sulla poltrona del dentista.

Odontoiatria nello sport: i Bite sportivi Per migliorare le prestazioni e ridurre lo stress muscolare › leggi tutto

E' ormai appurato, ogni volta che si stringono i denti la postura tende ad alterarsi. Se ciò può non rappresentare un problema "serio" nell'attività quotidiana delle persone "normali", diventa invece un problema rilevante negli atleti. E' per questo motivo che tra gli sportivi si è sempre più diffuso l'utilizzo di dispositivi orali, chiamati tecnicamente bite. È ormai dimostrato che i principali effetti di un bite per uno sportivo sono sette:

  1. Protezione per denti e mandibola durante l’attività fisica
  2. Aumento della forza fisica
  3. Aumento dell’apporto di ossigeno
  4. Aumento della resistenza fisica
  5. Miglioramento dei tempi di reazione
  6. Riduzione dello stress muscolare durante gli allenamenti
  7. Maggiore controllo del corpo

Il dispositivo viene progettato e realizzato su misura, con l’ausilio di un elettromiografo di ultima generazione e con caratteristiche specifiche che tengano in considerazione le peculiarità di ogni sport. Il bite diventa dunque lo strumento in grado di migliorare in maniera assolutamente naturale, immediata e minimamente invasiva, le prestazioni degli atleti.

Il Bite come rimedio contro il Bruxismo Quando "stringere i denti" non è salutare! › leggi tutto

Andando fuor di metafora "stringere i denti" non sempre è salutare! Il bruxismo, ovvero l'involontario digrignamento dei denti, soprattutto durante il sonno notturno, rappresenta una condizione abbastanza frequente nella popolazione. Niente di drammatico, in prevalenza un diffuso modo di scaricare le tensioni della giornata. La soluzione per tornare a riposare serenamente (ed essere meno nervosi durante la giornata) è il Bite, apparecchio trasparente molto simile al paradenti che utilizzano i pugili, capace di contrastare i problemi di scorretta occlusione delle arcate dentarie, dovuti ad esempio alla frettolosa otturazione di una carie, a una crescita difficoltosa dei denti del giudizio fino a patologie più serie che possono comportare uno spostamento della mandibola dalla sua posizione naturale e quindi sintomi quali mal di schiena, mal di testa e cervicale. Se i denti non sono allineati, ne risente infatti l’intera postura del corpo e addirittura le prestazioni sportive.
Ma cos'è il bite? È un apparecchio in resina di pochi millimetri di spessore che, una volta collocato in bocca, è in grado di portare la mandibola nella posizione giusta. Si mette solitamente prima di andare a letto (ma in genere in tutte le occasioni in cui si verifica il digrignamento, alla guida o quando si fa sport). Un prodotto su misura è consigliabile per evitare di causare eventuali danni a denti e gengive. Proprio per questo motivo lo Studio Conti fornisce solo bite su misura, programmati grazie ad uno speciale elettromiografo wireless (BTS TMJoint), che permette di misurare le alterazioni dell’attività dei muscoli masticatori, eventuali deviazioni della madibola ed alterazioni dell’efficienza masticatoria.

DentistaPiù.it